gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-120859016-1');
Seleziona una pagina

Una delle professioni più richieste dal mercato del lavoro in questi ultimi anni è quella del social media manager. Ma come spiegare a tua mamma, nonni e parenti tutti di che si tratta?

Nella maggior parte dei casi, se provi a dire alle persone con cui parli di essere un social media manager, come minimo ti becchi occhi sgranati e successivamente un misto di compassione e confusione. “E che diavolo è?!” ti chiederanno i più smaliziati. Beh, effettivamente non è semplice ridurre in poche parole un lavoro così sfaccettato, ma ci proveremo. Così saprai cosa rispondere la prossima volta!

Che cosa fa un social media manager

Il social media manager si occupa di gestire gli account social di un’attività che vuole promuoversi e comunicare attraverso Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Pinterest e tante altre piattaforme social. Il suo non è un ruolo semplice, come si tende a pensare generalmente, al contrario richiede moltissime competenze diversificate e la capacità di rimanere sempre aggiornato sui cambiamenti dei social sui quali lavora.

Il suo compito è quello di portare risultati tangibili alle aziende (non solo like alla pagina!), curandone la loro presenza sui social con contenuti sempre coerenti con la l’immagine del brand. Gli obiettivi di un social media manager possono essere diversi: ad esempio, l’attività di social media marketing potrebbe avere come obiettivo quello di aumentare la conoscenza online del brand da parte degli utenti (brand awaress), creare contenuti coinvolgenti che raccontino l’azienda (engagement) o ancora contribuire all’aumento delle sue vendite (sales).

Come lavora un social media manager?

La creazione di una strategia di social media marketing non prevede degli step obbligatori e ogni social media manager ha il suo modo di fare. Se, però, volessimo delineare una giusta modalità di lavoro, allora probabilmente dovrebbe prevedere questi step:

  1. raccogliere tutte le informazioni possibili riguardo il brand / prodotto / servizio / azienda che si vuole promuovere
  2. fissare gli obiettivi e il budget a disposizione
  3. individuare il target di riferimento (oggi preferiamo usare le personas)
  4. creare il piano e il calendario editoriale, con contenuti coerenti e diversificati per ogni canale social
  5. analizzare i risultati, correggere gli errori e…ricominciare!

I requisiti per diventare social media manager

Un buon social media manager, come detto in precedenza, deve essere molto versatile e possedere diverse competenze.
Innanzitutto, ciò che non deve mancare mai è la passione per la comunicazione digital, che gli consenta di essere sempre al passo con i social, essere presente ai principali eventi di comunicazione e web marketing, continuare la sua formazione online e in aula.
Inoltre, è importante avere buone doti di analisi dei contenuti e degli insight social per individuare gli elementi chiave, come la corretta definizione del target-obiettivo, e così comprendere qual è la migliore strategia da mettere in campo.

E’ spesso richiesta anche la conoscenza delle basi dell’editing grafico, di montaggio e riprese video e di fotografia. Infatti, se inizi a fare pratica in agenzia è probabile che ci sarà già chi si occupa della grafica e chi dei video, mentre tu ti occuperai solo di impostare la strategia e i contenuti; se, invece, decidi di fare gavetta partendo da progetti personali o seguendo la pagina facebook dell’attività di un tuo amico…beh, in quel caso è possibile che sarai tu a doverti occupare di fare le foto al negozio e poi modificarle per renderle più “instagrammabili”. Non devi avere paura, però. In tuo aiuto ci sono tantissimi corsi, libri, tutorial online che ti chiariranno le idee e tool gratuiti che ti renderanno il tutto più semplice.

Come si diventa social media manager

Gavetta, gavetta, tanta gavetta. Poi, passione e intraprendenza.

Non c’è una strada unica per diventare social media manager. C’è chi preferisce formarsi in aula e avere un attestato attraverso un master di diversi mesi o dei corsi online e, poi, c’è chi predilige la pratica alla formazione e comincia subito sperimentando con un proprio progetto online. Nessuno può dirti qual è la strada migliore. Solo tu puoi sapere cosa fa al caso tuo e metterlo in atto, con tanta intraprendenza e determinazione.

Qui ho racchiuso qualche consiglio su cosa studiare per diventare social media manager.

Hai già le idee chiare e vuoi partecipare ad una classe di social media marketing? Dai un’occhiata al nostro Corso di Social Media Marketing in 24 ore.

Pin It on Pinterest