Seleziona una pagina

Quella del social media manager sembra la professione dei sogni, eppure pochi sanno come approcciarsi a questo mestiere e cosa studiare per diventare degli esperti.

Innanzitutto partiamo dal chiarire cosa fa un social media manager. Si tratta di un curatore di account social per aziende e privati: si occupa, quindi, di gestire pagine Facebook, Instagram Twitter, LinkedIn eccetera, pianificandone le pubblicazioni e curandone immagini, video e testi, oltre alle campagne pubblicitarie a pagamento.

Già da questo breve preambolo riusciamo facilmente a capire che la sua professione è più complessa di quanto ci potessimo aspettare e che per diventare un social media manager esperto bisogna avere diverse competenze. Innanzitutto, creatività e capacità di analisi. Non si tratta, infatti, di fare video e scattare foto a casaccio con una bella didascalia, ma di produrre i contenuti più consoni all’obiettivo che ci si è posto, che può essere quello di coinvolgere il proprio target oppure di vendere più prodotti.

La formazione di base di un social media manager

Adesso che forse hai le idde più chiare su quello a cui vai incontro cercando di diventare un social media manager, possiamo passare a parlare di cosa studiare per sfondare in questa professione.

Una buona conoscenza delle scienze della comunicazione è una base importante da cui partire. Teorie e tecniche della comunicazione, marketing, ma anche sociologia e psicologia: molti social media manager sono laureati in queste discipline e applicano ogni giorno gli insegnamenti appresi durante il loro percorso di studi.

Certo, la laurea non è essenziale, ma se stai pensando di intraprende questa carriera avere una solida cultura sulla comunicazione non può che farti bene. Inoltre, molte università si sono da tempo aperte alle nuove professioni digitali e hanno attivato percorsi formativi che consentono un primo approccio al web e al social media marketing.

Oltre ai canali dell’insegnamento tradizionale, c’è il mare magnum dei corsi e dei master privati. Annuali o semestrali, di alcune settimane o full immersion di un giorno, in presenza oppure online, corsi completi, seminari, workshop. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Se sei alle prime armi e non hai un ampio budget, il mio consiglio è quello di partire da un corso base che ti porti via poco tempo ma abbia un programma esaustivo, capace di iniziarti ai principi dei social media ma anche delle strategie di web marketing, come il corso Social media manager in 24 ore di CantStopLab.

La formazione specifica di un social media manager

Dopo aver preso confidenza con post, insight, analisi del target, analisi dei competitor, piani editoriali e advertising di base, potresti passare ad approfondire uno alla volta i temi che ti interessano di più.

Ci sono moltissimi social media manager di successo che insegnano tramite webinar o video online che puoi vedere quando vuoi. I costi in molti casi non sono eccessivi, ma potrai imparare tantissimi trucchi del mestiere, ad esempio sul facebook advertising, uno dei temi più scottanti.

Non solo. Anche gli editori si sono accorti di quanto questi argomenti interessino un pubblico sempre più vasto e hanno pubblicato libri, collane e volumi dedicati al web marketing. Non ti resta che fare una ricerca su Internet oppure recarti alla libreria più vicina per scegliere il manuale che fa per te.

Fossi in te cercherei anche di aumentare anche le mie skill grafiche e di scrittura creativa. Nei social la parte visual è importantissima e saper governare programmi come Photoshop, Lightroom o Premiere, spesso è un requisito fondamentale tanto quanto saper scrivere bene e corettamente dal punto di vista grammaticale,

Il miglior consiglio per diventare social media manager

Lo dicono tutti e te lo confermo anche io: la miglior palestra è la strada. Arriverà un tempo in cui ti accorgerai che bisogna sporcarsi le mani, aprire la tua pagina Facebook o proporti come social media manager in giro. Lo so che la paura di fallire è tanta, ma ti assicuro che gli insegnamenti che riceverai da questi fallimenti saranno per te meglio di qualsiasi corso, workshop o webinar.

Comincia dalle attività in famiglia o sotto casa, oppure apri una pagina social su uno dei tuoi hobby. Proponiti anche a costo zero per iniziare, ma datti da fare. Non aspettare di sentirti pronto e buttati nella mischia.

È molto importante anche creare relazioni con chi già è nel settore, ad esempio iscrivendoti ai gruppi social in cui ci sono esperti social media manager, grafici e copywriter che possono darti una mano se hai qualche dubbio. Non aver timore di fare domande che possono sembrarti stupide e assorbi come spugna da queste persone tutto ciò che è utile per farti crescere.

Vedrai che mettendo insieme teoria, pratica e networking, con molta tenacia e pazienza riuscirai a diventare un social media manager.

Pin It on Pinterest