fbpx

La scelta della piattaforma per il proprio eCommerce è fondamentale e non sempre si hanno le idee chiare in partenza.

In questo breve articolo andrò a mostrati i principali pro e contro di due dei più famosi gestori di eShop usati in questo momento: Woocommerce e Shopify.

Anche se molti li definiscono alternative di pari livello, in realtà queste due piattaforme nascono in modo totalmente diverso ed hanno caratteristiche che se non ben conosciute possono dare filo da torcere a chi si avvicina per la prima volta.

Cos’è Woocommerce?

Per cominciare, Woocommerce è un plugin del più noto CMS WordPress. Che vuol dire? Che è un’estensione che permette di aprire una vetrina su un sito gestito da WP.

È gratuito ed open source, questo significa che non pagherai per avere WooCommerce e che potrai personalizzare tutto a tuo piacimento grazie al fatto che si può lavorare tranquillamente anche sul suo codice.

Sembra tutto molto bello, vero? Ma c’è un però che fra poco ti spiegherò.

Prima lascia che ti introduca in due parole anche Shopify.

Cos’è Shopify?

Shopify, al contrario, non è totalmente open e non è gratuito. Per averlo dovrai pagare una quota mensile o annuale (la versione basic parte da 29 dollari al mese) e la sua personalizzazione richiede l’aggiunta di plugin ed estensioni che possono essere anche a pagamento.

La cosa bella? Si apre in un click. Basta registrarsi sul sito ufficiale e in meno di un’ora avrai già il tuo eCommerce base pronto.

Scegliere fra Shopify e Woocommerce? 3 fattori da considerare.

Nella scelta fra Woocommerce e Shopify ci sono 3 fattori da considerare: prezzo, personalizzazione e ottimizzazione SEO.

Per quanto riguarda il prezzo, sappiamo già che WooCommerce non è di base a pagamento ma devi considerare l’acquisto di dominio e hosting perché non sono compresi in questo CMS.

Invece, Shopify propone una versione Basic da 29 dollari al mese con hosting integrato e possibilità di avere un dominio personalizzato oppure trasferire un dominio vecchio. Inoltre, applica una tariffa per ogni transazione di 0.25€ + una percentuale che varia da 1,6 a 1,9% a seconda del piano applicato.

In entrambi i casi il livello di personalizzazione degli eCommerce dipende anche da plugin e funzionalità che possono essere aggiunti e che sono in molti casi a pagamento sia per Woocommerce che per Shopify.

Quindi, anche se è vero che con il primo abbiamo la possibilità di agire direttamente sul codice – essendo un CMS open source – allo stesso tempo però dobbiamo riconoscere che molte funzionalità che rendono un eCommerce facile da gestire per i venditori e semplice da usare per chi compra sono merito di plugin a pagamento.

Stessa cosa per Shopify per il quale però non c’è possibilità di agire sul codice, quindi la personalizzazione dipende da estensioni che in molti casi aggiungono un costo mensile o annuale all’eCommerce.

In ultima analisi, c’è da considerare l’ottimizzazione SEO consentita dalle due piattaforme.

È molto importante avere un sito e delle schede prodotto ottimizzate per i motori di ricerca, in modo da farsi trovare dai potenziali clienti che cercano online.

Essendo Woocommerce un prodotto WordPress – piattaforma che viene consigliata proprio per la possibilità di agire in maniera spinta sulla SEO –  ne consegue che le possibilità di ottimizzare tutto il materiale per i motori di ricerca sono davvero ottime

Shopify invece pone qualche limite alla SEO, non potendo agire su tutto il sito. C’è da dire però che i passi fatti avanti in questo campo nell’ultimo periodo per venire incontro a tale esigenza sono stati notevoli.

In conclusione…

Qual è la scelta migliore fra Shopify e Woocommerce?

Vengo al dunque e ti dico adesso qual è secondo me la scelta migliore fra Shopify e Woocommerce.

Se il tuo obiettivo è avere in poco tempo uno shop online ben funzionante e facile da gestire, con un’assistenza garantita e non ti interessa pagare una fee su ogni transazione né spingere troppo sulla SEO, la scelta più ovvia è sicuramente Shopify. Lo apri con registrazione immediata e puoi anche provarlo per 14 giorni prima di fare la tua scelta definitiva.

Se invece le tue esigenze di personalizzazione del sito sono molteplici e preferisci avere il controllo di tutte le funzionalità, allora sarà meglio affidarsi al classico Woocommerce.

La configurazione di tutte le opzioni ed estensioni di questa piattaforma sarà abbastanza lunga (e non escludere che tu possa aver bisogno di un webmaster per completarla, se non sei pratico) ma avrai esattamente l’eCommerce che avevi in mente.

E tu hai già provato Shopify e Woocommerce? Quali difficoltà hai trovato? Quale ti è piaciuto di più?

Dimmelo nei commenti!

Pin It on Pinterest

Share This